La donna dei mirtilli rossi di Susanne Jansson
Gialli nordici

La donna dei mirtilli rossi di Susanne Jansson

Nathalie torna nei luoghi dove ha trascorso la sua infanzia e dove sono accaduti episodi che le hanno cambiato la vita. Maya decide di trasferirsi per poter esercitare il suo lavoro nella polizia e continuare la sua professione di fotografa. La torbiera di Mossmarken le accoglie con le sue paludi, nebbie e acquitrini; con la sua storia e le sue leggende. Le superstizioni impregnano ogni cosa e nella torbiera e nell’area che la circonda si respira un’atmosfera misteriosa ed enigmatica. Il male è presente e tangibile, ma quale è la sua origine? Soprannaturale o umana? Tutto ha avuto inizio con il ritrovamento della donna dei mirtilli rossi.

“Il mondo si sarebbe contratto fino a ridursi a una finestra dimenticata che nessuno si sarebbe mai più preso la briga di chiudere, mettre lei non era altro che una tendina sottile e leggera in balia del vento.”
Mi è piaciuto
perché la storia si dipana sapientemente tra ritrovamenti storici e credenze popolari. I personaggi – inseriti nelle descrizioni suggestive della torbiera – sono ben delineati e densi di spessore emotivo.
 
Voto 4/5
 

Titolo La donna dei mirtilli rossi

Autori Susanne Jansson
 
Paese Svezia
 
Editore Rizzoli, 2018
 
Numero pagine 144
 
Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *