Il morso della reclusa di Fred Vargas
Narrativa straniera

Il morso della reclusa di Fred Vargas

Il commissario Adamsberg è un uomo particolare, un sognatore e un visionario ma è anche un attento osservatore e nelle sue indagini si basa su intuizioni e su quelli che chiama i proto-pensieri: idee apparentemente scollegate che cozzano dentro la sua testa sino a formare un disegno comprensibile. La morte di alcuni anziani dovuta al morso della Loxosceles reclusa, un tipo di ragno piuttosto raro, attribuita ad una tragica fatalità, riscuote il suo interesse. Adamsberg è l’unico in tutto il commissariato ad intravedere il disegno omicida che si cela dietro la catena di morti.

“In lui, per così dire, i pensieri di formavano prima ancora che li pensasse.”

Mi è piaciuto

perché i tortuosi percorsi della mente del commissario Adamsberg e le sue elucubrazioni sui vari significati delle parole sono affascinanti. Riesce sempre a incuriosire affrontando ogni volta argomenti sconosciuti e interessanti, siano essi i ragni e le loro abitudini o le vicende delle donne che nel Medioevo, bandite dalla società, vivevano segregate senza alcun contatto con il mondo esterno.

Voto 5/5


Titolo Il morso della reclusa

Autore Fred Vargas

Paese Francia

Editore  Einaudi, 2018

Numero pagine 432

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *