Narrativa italiana

L’animale che mi porto dentro di Francesco Piccolo

Prendendo spunto dalle sue esperienze personali, l’autore attraverso questo libro, a metà tra il romanzo e il saggio, cerca di svelare la figura maschile in senso universale. Un individuo perennemente combattuto tra l’uomo che vorrebbe essere e l’uomo che il codice della comunità di sesso maschile pretende che sia; tra la sua parte complessa (quella emotiva) e la sua parte semplice (quella animale), quest’ultima destinata a prevalere sempre. I sentimenti, qualora ci siano, vanno nascosti, in favore dei valori ritenuti davvero identificanti della virilità: arroganza, aggressività, violenza, sesso.

Non mi è piaciuto.  Avevo sentito giudizi discordanti e mi ero incuriosita. Purtroppo, lo confesso, mi sono fermata a pagina 72. Mi spiace ma non sono proprio riuscita ad andare oltre. Non è nemmeno scritto male (a parte alcune parti secondo me estremamente prolisse) e l’argomento sarebbe interessante, ma il punto di vista da cui viene affrontato mi irrita. Non riesco a credere che gli uomini siano davvero così come vengono descritti. O perlomeno voglio pensare che quelli incontrati nella mia vita facciano parte delle eccezioni.

 


Titolo L’animale che mi porto dentro

Autore  Francesco Piccolo

Paese Italia

Editore Einaudi 2018

Numero pagine 228

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *