Narrativa straniera

La danza dell’orologio di Anne Tyler

Per colpa di un’infanzia vissuta all’ombra di una madre disturbata e preda di scatti d’ira, Willa Drake trascorre la sua esistenza facendo il minor rumore possibile. Anche nella vita matrimoniale ha scelto due uomini dai caratteri autoritari e prevaricatori, accettando di rinunciare alle proprie aspirazioni e ai propri desideri in favore di quelli dei suoi compagni. È riuscita ad annullarsi talmente che nemmeno i suoi figli la considerano una figura importante della loro vita, da rendere partecipe e con cui mantenere dei rapporti continuativi. Un giorno, Willa riceve una telefonata da una vicina di una ex fidanzata del figlio maggiore, la quale la informa che la donna è ricoverata in ospedale e le chiede di recarsi a Baltimora per prendersi cura della figlia di lei. Impulsivamente Willa decide di partire e accudendo prima Cheryl di nove anni e poi, una volta dimessa dall’ospedale, anche Denise, si lega sempre più a loro e si fa coinvolgere dalla comunità del quartiere in cui vivono. A poco a poco, Willa si lascia alle spalle la bambina accomodante che è stata, per dare spazio alla donna consapevole, in grado di esprimere le proprie esigenze e fare le proprie scelte.

Aveva fatto del suo meglio per essere una buona madre, che per lei significava una madre prevedibile. Si era ripromessa che i suoi figli non si sarebbero mai dovuti preoccupare del suo umore; non avrebbero mai dovuto sbirciare nella sua stanza di mattina per capire come sarebbe stata la loro giornata. Era l’unica donna che conosceva a porsi l’obiettivo primario di essere data per scontata

Mi è piaciuto,

anche se non mi ha entusiasmato. La scrittura è piacevole e scorrevole: attraverso la banalità dei gesti quotidiani l’autrice ci consegna una protagonista viva e presente, di cui riesce a trasmetterci tutta la malinconia e la solitudine. Ho trovato poco equilibrata la suddivisione in parti del romanzo, il periodo in cui Willa è una giovane madre, per esempio, ritengo sia stato affrontato in modo un po’ superficiale, avrei preferito fosse stato approfondito maggiormente. Nel complesso è un libro che non è riuscito a coinvolgermi.

Voto: 3/5


Titolo La danza dell’orologio

Autore Anne Tyler

Paese U.S.A.

Editore Guanda 2018

Numero pagine 308

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *