Narrativa italiana

Non avevo capito niente di Diego De Silva

Vincenzo Malinconico è un avvocato senza molte ambizioni che si trova a dover difendere da un’accusa di omicidio, un bizzarro appartenente alla camorra, Domenico Fantasia in arte Mimmo ‘o Burzone. Vive male la separazione dalla moglie che è portato a considerare l’origine di ogni sua sofferenza. Insomma un uomo insoddisfatto della sua vita privata e professionale che nonostante tutto ciò riflette e rimugina sulla vita e sui sentimenti con un sorriso a volte amaro a volte strafottente.

Un uomo che ha ed esprime la sua opinione su tutto, che non ama le decisioni prese per principio perché le considera un espediente per chi non ha argomenti. Un uomo outlet, come si considera lui che le donne belle non prendono nemmeno in considerazione. Ma la vita gli dimostrerà che non aveva capito niente.

L’amore, se posso dire come la penso, è una malattia della dignità. Agisce per picchi e inabissamenti. Compra e vende. La riconosci subito. Ha dei sintomi, – come dire – dei sintomi che non ti sbagli. Intanto, ti fa sentire un eletto. Ti manda in giro a osservare la gente per compatirla. Sotto sotto, lascia passare l’idea che non siamo tutti uguali. Non vero che quando sei innamorato il mondo ti sembra pi bello. E’ solo che lo tratti dall’alto al basso.”

Mi è piaciuto

Una lettura piacevole, intrigante e divertente che non risulta mai banale e che riserva delle sorprese.

Voto: 4/5


Titolo Non avevo capito niente

Autore Diego De Silva

Paese Italia

Editore Einaudi, 2019

Numero pagine 309

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *