Thriller

L’animale più pericoloso di Luca D’Andrea

Viktor Martini è stato trasferito in Alta Pusteria da Roma dopo un brutto esaurimento nervoso in seguito alla cattura dello Squartatore del Testaccio. Privato della pistola d’ordinanza si limita a svolgere lavoro d’ufficio e a trascrivere verbali. 

Il ritrovamento del corpo di un uomo ucciso da un colpo di pistola dopo essere stato gravemente ferito con un fucile e la contemporanea scomparsa di una ragazzina di tredici anni dedita alla causa animalista, mettono in moto la macchina investigativa e Viktor non può sottrarsi dal partecipare alle indagini, anche se forse per lui è ancora troppo presto.

Leoni arrivò alla porta, poi si fermò. – La storia dell’animale più pericoloso… ci ho riflettuto. Credo che il soggetto non abbia capito che l’animale più pericoloso non è quello che uccide o distrugge, quello è un semplice predatore.

– Perché, c’é qualcosa di più pericoloso di un predatore?

-Sì – concluse Leoni, prima di chiudersi la porta dietro le spalle. – Un predatore ferito.”

Mi è piaciuto.

La scrittura dell’autore, come in tutti i suoi romanzi, sa catturare e coinvolgere il lettore ma, la struttura di giallo a puntate (sedici pubblicate per Repubblica questa estate) ne snatura leggermente la narrazione. I protagonisti però, come sempre nei suoi romanzi, sono estremamente reali nelle loro dolorose ferite e nei loro intensi sentimenti.

Voto: 4/5


Titolo L’animale più pericoloso

Autore Luca D’Andrea

Paese Italia

Editore Einaudi, 2020

Numero pagine 220

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *