Narrativa straniera

Figlie del mare di Mary Lynn Bracht

Corea 1943, Hana ha sedici anni ed è appena stata ammessa a far parte delle haenyeo, le donne del mare che, dedite alla pesca subacquea, contribuiscono all’economia familiare attraverso la vendita del ricavato delle loro immersioni. Hana si immerge insieme alla madre nelle acque di fronte all’isola coreana di Jeju, mentre la sorellina piccola le aspetta sulla riva. Un giorno Hana vede un ufficiale giapponese avvicinarsi pericolosamente alla sorella e si affretta a nasconderla alla vista del militare a costo della propria libertà. Catturata, viene portata in una casa chiusa in Manciuria e destinata a “soddisfare” i soldati giapponesi impegnati nella seconda guerra mondiale.

Nel 2011 Emi è una donna anziana, anche lei è una haenyeo e ancora si immerge con le amiche nell’oceano, pur se con molte sofferenze fisiche. Come accade da un po’ di anni Emi si reca dai figli a Seul e partecipa, davanti all’ambasciata giapponese, a una delle manifestazioni del mercoledì, il cui scopo è spingere il governo giapponese a riconoscere i crimini compiuti nei confronti di migliaia di giovani donne durante la seconda guerra mondiale. Tra i volti delle anziane manifestanti Emi spera di riconoscere quello della sorella che la madre ha simbolicamente seppellito tanti anni prima e di cui lei non ha parlato nemmeno ai suoi figli.

“Tutti avevano sofferto durante l’occupazione giapponese. Molti erano sopravvissuti alla seconda guerra mondiale per poi morire nella guerra di Corea. Ma se erano riusciti a sopravvivere a entrambe, come Emi, si portavano dentro una sensazione d’impotenza e un rimorso opprimenti. I familiari uccisi, morti di fame, rapiti, i vicini che diventano nemici.. tutto questo era il loro han, una parola che ogni coreano conosceva, un peso che rimaneva dentro.”

Mi è piaciuto.

Un romanzo interessante per gli argomenti trattati: le “comfort women” donne vergognosamente sfruttate, e la comunità delle “haenyeo” che oggi è protetta dall’Unesco. La scrittura scorrevole ne fa una lettura facile e, per i miei gusti, forse anche un po’ troppo romanzata di quello che è stato un vero e proprio abominio.

Voto: 3/5


Titolo Figlie del mare

Autore Mary Lynn Bracht

Editore Longanesi

Numero pagine 351

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *