Narrativa italiana

Da quanto non piangi, capitano De Nittis? di Paolo Regina

Gaetano De Nittis, capitano della Guardia di Finanza di origine pugliese, fatica ad accettare il clima inclemente di Ferrara con le sue giornate piovose e la nebbia. Neppure la cucina ferrarese riesce a convincerlo sino in fondo.

Quando un prezioso violino viene sottratto proprio sotto i suoi occhi, al termine di un concerto tenuto nella biblioteca Ariostea della città, non riesce a darsi pace; deve riuscire a trovare lo strumento trafugato o almeno assicurare alla giustizia chi ha compiuto il furto. 

Negli stessi giorni, il capitano dei carabinieri Cuviello è alle prese con un efferato omicidio: un rinomato ristoratore è stato ucciso con macabre modalità. Ma mentre De Nittis, passo dopo passo si avvicina al colpevole del furto, il capitano dei carabinieri si impantana in indagini raffazzonate e ipotesi poco realistiche.

E, pur di trovare l’assassino, risolvere il caso e non vedere sfumare le sue ambizioni di carriera, è disposto a chiedere aiuto proprio a De Nittis, con il quale in passato vi sono stati dissapori.

“Il tuono esplose nella stanza come una fucilata, svegliando De Nittis di soprassalto. A distanza di qualche secondo, un lampo preannunciò un altro boato. Ferrara sembrava sotto i bombardamenti. Forse il buon Dio aveva finalmente approvato l’estinzione di massa dell’indegno genere umano.”

Mi è piaciuto

perché, ambientato tra Ferrara e Cremona, è un bel giallo ricco di interessanti e inaspettati risvolti, il cui finale è riuscito a stupirmi.

Voto: 4/5


Titolo Da quanto non piangi, capitano De Nittis?

Autore Paolo Regina

Paese Italia

Editore SEM, 2021

Numero pagine 235

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *