Narrativa italiana

Una trappola d’aria di Giuseppe Festa

In Norvegia, tra i fiordi artici dell’arcipelago remoto delle isole Lofoten, l’ispettore Marcus Morgen è in crisi. Non c’è nulla per cui valga la pena di vivere. Ha dovuto lasciare Oslo, è stato abbandonato dalla donna che amava, ha perso una gamba e il suo nuovo capo nella stazione di polizia di Leknes non lo sopporta.

È Ailo, suo vecchio amico che lavora con lui in polizia, a strapparlo dai pensieri suicidari; c’è un nuovo caso e solo Marcus può risolverlo. Quando poi altre morti si aggiungono alla prima, Marcus si convince che ci sia un filo che collega tutti gli omicidi e di essere di fronte ad un assassino seriale che uccide ogni volta con armi diverse. Un vendicatore che conosce le sue vittime, le loro abitudini, il loro ambiente.

Ma è solo lui a pensarla così e presto l’indagine gli viene tolta. Marcus non intende però mollare la presa, deve catturare lo spietato assassino che causa quelle morti atroci e, per farlo, è disposto a diventare una preda.

“Era proprio così. Si era convinto di non avere scampo, e invece era finito in una trappola d’aria. Nessuno gli impediva di uscire, eppure da solo non ce la poteva fare.”

Mi è piaciuto

Una storia ambientata in terre affascinanti e lontane, un intrigo avvincente, un investigatore enigmatico e, non da ultimo, una scrittura scorrevole.

Voto: 4/5


Titolo Una trappola d’aria

Autore Giuseppe Festa

Paese Italia

Editore Longanesi, 2021

Numero pagine 311

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando questo link una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.