Narrativa italiana

Le distrazioni di Federica De Paolis

Mentre Elia gioca, Viola si guarda ansiosamente intorno in attesa di veder comparire Paolo ai margini del parco giochi ma, come al solito, Paolo è in ritardo. Eppure sapeva della sua lezione di yoga. Sicuramente lo fa per impedirle di incontrare Dora, l’unica persona che sembra capirla e per cui Paolo prova una viscerale gelosia. Dopo il terribile incidente di cui è stata vittima al nono mese di gravidanza, Viola è vittima di vacue amnesie, terribili emicranie e spossatezze improvvise che hanno cambiato inesorabilmente la sua vita. Paolo, che durante il lungo periodo della sua riabilitazione, oltre a spronarla e a sostenerla, si è fatto carico di crescere Elia, ora appare svuotato. Il loro rapporto, che ultimamente si è trascinato tra liti continue e dure recriminazioni, sembra arrivato a un punto di svolta.

Finalmente Viola vede Paolo scendere dall’auto, uno sguardo al volo e può lasciare la panchina per correre alla lezione di yoga. Nello stesso momento Paolo riceve una telefonata che lo richiama urgentemente in ufficio e, convinto che Viola non l’abbia visto, risale in auto e si allontana rapidamente per non darle modo di dare voce alle solite rimostranze. Basta poco, una scelta sbagliata, un malinteso ed Elia, diciotto mesi, rimane solo al parchetto.

Quando Viola e Paolo si accorgono della loro distrazione è troppo tardi. Si precipitano al parco giochi ma Elia, il figlio per cui hanno combattuto contro la natura, è scomparso. Nelle ore frenetiche che seguono la scomparsa di Elia, divorati dal senso di colpa, Viola e Paolo si lanciano alla ricerca disperata del figlio e contemporaneamente scandagliano il loro rapporto in cui omissioni, piccole bugie e dolorose verità nascoste stanno scavando un solco che rischia di diventare insuperabile. 

Vede Paolo tornare verso di lei, le siede accanto, attaccato. I loro occhi si incrociano, sono mesi che non si guardano con quell’intensità: lo stesso pensiero nella testa, il battito cardiaco ha un ritmo elettrico, il gelo fluisce nelle arterie. Dov’è il loro bambino? Viola legge la paura nelle palpebre di Paolo, che si alzano e si abbassano come saracinesche impazzite, il terrore si alimenta del suo.”

Mi è piaciuto

perché è un romanzo di grande impatto emotivo che racconta un po’ di tutti noi. Tanti i temi che l’autrice affronta con grande delicatezza: la genitorialità, la malattia mentale, la sterilità, i legami famigliari, le fragilità e i dubbi di ogni essere umano, dando  vita a una storia potente e intensa.

Voto: 4/5


Titolo Le distrazioni

Autore Federica de Paolis

Paese Italia

Editore Harper Collins, 2022

Numero pagine 285

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando questo link una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.