Thriller

Una famiglia quasi normale di Mattias Evardsson

I Sandell sono una famiglia all’apparenza normale: Adam è un pastore della Chiesa di Svezia, Ulrika un avvocato di successo e Stella, la loro figlia, una diciannovenne annoiata della monotona vita della cittadina in cui vive che sogna un viaggio in Asia. Stella già dalla scuola materna ha dato segni di irrequietezza e aggressività a causa dei quali tutta la famiglia ha seguito un inutile percorso di terapia psicologia. Con l’adolescenza poi la situazione è peggiorata ulteriormente portando Stella ad avere problemi di alcol e droga. 

Adam e Ulrika faticano a comprendere la propria figlia e tentano di gestirla a volte punendola a volte giustificandola, ma quasi sempre nascondendo i problemi all’esterno volendo mantenere una parvenza di normalità. Il solo punto fermo nella vita di Stella è Amina, l’amica del cuore sin dall’infanzia, l’unica che ha saputo accettarla così com’è, che la ama incondizionatamente e che cerca di proteggerla anche da se stessa.

Quando Stella viene accusata di aver accoltellato a morte Chris, un uomo molto più grande di lei conosciuto una sera in bar insieme ad Amina, l’apparenza di normalità che Adam e Ulrika avevano costruito crolla. Tutti sono costretti a fare i conti con debolezze e colpe che si sono portati dietro per anni e a Adam e Ulrika dovranno anche scoprire fin dove sono disposti ad arrivare per aiutare la propria figlia.

Era un tormento partecipare alle riunioni con i presidi e gli insegnanti, le infermiere e i consulenti scolastici, per non parlare degli assistenti sociali e degli psicologi. Non mi sono mai sentita tanto esposta e umiliata, tanto declassata come essere umano. Nessun fallimento al mondo può essere paragonato all’essere un genitore non all’altezza del proprio compito.”

Mi è piaciuto.

In ognuna delle tre parti di cui è costituito il romanzo, un membro diverso della famiglia racconta il presente e al contempo sviluppa un’analisi personale del trascorso familiare, permettendoci di vedere come spesso un’intenzione possa trasformarsi in una percezione completamente distorta. La scrittura è scorrevole ed avvincente e i personaggi tutti molto coinvolgenti.

Voto: 4/5


Titolo Una famiglia quasi normale

Autore Mattias Edvardsson

Paese Svezia

Editore Rizzoli, 2019

Numero pagine 505

Se siete interessati ad acquistare questo libro noi vi suggeriamo di preferire le piccole librerie indipendenti. Se però avete necessità di acquistarlo online, usando il link qui sotto una piccola percentuale del prezzo ci verrà accreditata permettendoci di seguire la nostra passione e acquistare altri libri da consigliarvi. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *